Non è così che si fa!

Io al centro con le mie due compagne d’avventura con cui ho realizzato la SynkronArt: Giusy Mannino a sinistra e Noemi Lombardo a destra.

Come sapete, martedì 21 scorso abbiamo celebrato il solstizio d’estate inaugurando il vicolo adiacente al B&B, ormai battezzato in via ufficiosa VICOLO DEI FIORI .

È stata una serata davvero bellissima, carica di emozioni, di energie forti e rigeneranti; gli ospiti, incantati dalla nuova veste del vicolo, erano pieni di ammirazione e meraviglia… perfino alcuni passanti hanno esclamato: “Guarda che meraviglia! Non sembra nemmeno di essere a Carini”.

Sicuramente una grande soddisfazione personale per me, ma frasi come questa, per quanto possano apparire esaltanti, in realtà denotano un sentire comune che vede la nostra città come un luogo sporco e trascurato, e questo mi fa male. Lo so che è una triste realtà, ma se l’anno scorso ho lanciato il progetto La Carini che vorrei è proprio perché io amo la mia città e vorrei trasformare quella realtà degradante in una in cui tutte le strade sono pulite e piene di arte e bellezza, in cui ogni cittadino sente il senso di appartenenza a questa città e si adopera per rispettarla!

Insieme al professor Joe Vitale che ci ha intrattenuti con le sue poesie e la musica della sua tromba.

Come ho detto nella video intervista (clicca QUI per vederla) che mi ha fatto Il Carinese – che ringrazio infinitamente per la partecipazione e l’entusiasmo – è bello che una città abbia edifici culturali e siti archeologici da visitare, ma il turismo esperienziale cittadino è altrettanto, se non più importante. Non si possono richiamare i turisti solo con il castello, le chiese e le grotte, i turisti di oggi non vogliono più solo il monumento da visitare, vogliono luoghi da vivere, strade curate in cui sia bello passeggiare e perdersi nei vicoli, tra le case, davanti alle vetrine di un negozietto di artigianato o di prodotti tipici o fermarsi un baretto a conduzione familiare pieno di colore e calore umano. A parte la bellezza, pensate a quanta gente a spasso potrebbe trovare così occasioni di lavoro! Questo porta benessere, gioia e bellezza tanto ai cittadini di un luogo quanto ai turisti. Continuare a privarci di questo, puntando solo ai beni del passato, e ai cavilli burocratici – che si scavillano come per magia spesso e volentieri davanti alle richieste sbagliate fatte da chi ha qualche santo in paradiso più degli altri – non ci porterà mai verso il futuro che vogliamo.

 

La notte del solstizio due assessori hanno risposto al mio invito, sono venuti a partecipare e hanno voluto fare un intervento pubblico in cui si sono congratulati con me e hanno elogiato il mio senso civico che dovrebbe essere quello di ogni cittadino, ma purtroppo così non è. A detta loro, la maggioranza dei carinesi è composta da gente a cui non frega niente. Hanno proposto idee e concorsi per sensibilizzare i cittadini. Propositi ammirevoli, certo, ma, come ho detto loro quella sera, non è così che funziona!

Primo punto, io credo che agli abitanti di Carini importi eccome, il problema è che si sono abbondantemente stancati di sprecare energie nel tentativo di sensibilizzare una comunità senza il supporto delle amministrazioni che sarebbe doveroso.

Secondo punto, il modo di fare è, appunto FARE, fare per primi e dare l’esempio. Io ho coinvolto i miei vicini, grandi e piccoli, in questa iniziativa di rigenerazione del territorio perché sono scesa in campo per prima a pulire, a riempire di piante e poi a decorare. Il segreto per diffondere il senso civico nelle persone sono l’esempio pratico e il coinvolgimento o, come dice la frase che il professor Paolo Calabrese mi ha dedicato e che io ho fatto scrivere su un’installazione del vicolo:

IL DONO DEL SILENZIO PARLATO

“Il fiore di Loto” Opera pittorica realizzata da Giusy Mannino

Arte e bellezza possono fiorire ovunque e sublimare ogni cosa, perfino i cestini della spazzatura che, in questo caso, sono stati realizzati riciclando e dipingendo delle latte di pomodoro.

***

Fatti, non parole!



Condividi questo post sui tuoi canali social!

Lascia un commento

error: Contenuto protetto!